Categorie
News

Vecia Via della Lana, un patrimonio da condividere

Coinvolgere e rendere parte attiva amministratori e operatori locali attorno al progetto denominato “Vecia Via della Lana”. Questo lo scopo dell’incontro organizzato dal GAL Baldo-Lessinia, in collaborazione con Interreg MED Emblematic Plus, che si è svolto mercoledì 22 giugno nella Sala delle Feste del Comune di Soave.

Elisabetta Brisighella ed Ercole Storti, rispettivamente direttrice e consigliere del GAL, hanno ricordato le caratteristiche di questa preziosa infrastruttura inaugurata lo scorso settembre e che si snoda per quasi 50 chilometri attraversando sei comuni fino a Bolca.

GUARDA IL SERVIZIO

La Vecia Via della Lana, che fa del cicloturismo sostenibile una leva di crescita del territorio, potrà essere ancora più incisiva nei prossimi anni proprio se condivisa e presa in carico anche dalle realtà pubbliche e private che gravitano attorno al percorso.

Durante la serata sono intervenuti anche il sociologo Lorenzo Notari, che lo scorso marzo ha animato dei focus group ad hoc sulla Vecia Via della Lana e, da remoto, dall’Umbria, Filomena Spagnoli che ci ha parlato dell’esperienza della società cooperativa il Bosso e del contratto di rete tra operatori privati che sono riusciti ad attivare per condividere progetti di animazione e promozione turistica sul loro territorio.

Al termine dell’incontro c’è stato un confronto molto partecipato e interessato tra amministratori e operatori: l’obiettivo comune è prendere consapevolezza di un patrimonio condiviso, la Vecia Via della Lana, che può essere anche una leva fondamentale dal punto di vista economico e turistico.


INTERVENTO 19.1.1 INTERVENTO 19.4.1

“Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020.
Organismo responsabile dell’informazione: Gal Baldo Lessinia.
Autorità di gestione: Regione Veneto – Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste”