Categorie
News

Il GAL plaude al progetto di inserimento sociale “Terre di confine”

Offrire alle persone con disabilità, o con temporanea situazione di disagio, l’opportunità, attraverso il lavoro agricolo della terra, di “sconfinare” dalla cosiddetta standardizzazione dei servizi e trovare una risposta alle proprie esigenze in un percorso individuale e di gruppo

E’ questo l’obiettivo del progetto denominato “Terre di confine”, portato avanti da tre anni in simbiosi dalle cooperative sociali Tezon, a Veronella, e Terre di Sprea, a Badia Calavena. Ed è proprio a Sprea che giovedì 21 luglio, alla presenza di numerose autorità locali e regionali, sono stati presentati i risultati del progetto triennale di inserimento sociale realizzato dalle due cooperative in collaborazione con il Comune di Badia Calavena, Cooperativa Emanuel e Ulss 9 Scaligera.

32 le persone inserite nelle due fattorie in un triennio, 10 a Terre di Sprea in cui sono state coinvolte principalmente nella cura del benessere animale con la gestione di asini e muli. Numerosi i benefici psicofisici ottenuti sui ragazzi e sulle ragazze coinvolte.

Un progetto finanziato dal PSR 2014-2020 attraverso l’intervento TI 16.9.1. dal titolo “Creazione e sviluppo di pratiche e reti per la diffusione dell’agricoltura sociale e delle fattorie didattiche”. Un filone, quest’ultimo, caro anche al GAL Baldo-Lessinia, presente a Badia Calavena con la direttrice Elisabetta Brisighella, e i consiglieri Ercole Storti e Luigi Boscolo Bariga, oltre che al presidente Ermanno Anselmi, per l’occasione nella veste di privato, titolare assieme alla figlia Chiara di Terre di Sprea.

L’intervista al consigliere dal GAL Baldo-Lessinia Luigi Boscolo Bariga.

«Ci ha fatto molto piacere essere qui oggi perché abbiamo avuto modo di vedere e toccare con mano testimonianze straordinarie. – commenta il consigliere Luigi Boscolo BarigaAnche noi, come Gal, nel corso della nostra programmazione, abbiamo occasione di promuovere e pubblicare dei bandi legati alle fattorie sociali e pensiamo che questo tipo di proposta dia un contributo importante alle persone ».

«Qui a Terre di Sprea, tra l’altro, abbiamo visto che può esistere un connubio virtuoso tra agricoltura e sociale. L’auspicio è che anche nella prossima Programmazione siano previste  risorse destinate a promuovere iniziative come quella che abbiamo visto oggi» conclude Boscolo Bariga.


INTERVENTO 19.1.1 INTERVENTO 19.4.1

“Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020.
Organismo responsabile dell’informazione: Gal Baldo Lessinia.
Autorità di gestione: Regione Veneto – Direzione AdG FEASR Bonifica e Irrigazione”