Categorie
News

Il futuro del GAL? «Favorire la nascita di reti e connessioni territoriali»

Messaggio chiaro e lungimirante quello fuoriuscito e ribadito dal presidente del GAL Baldo-Lessinia Ermanno Anselmi alla 9^ edizione degli Stati Generali della Lessinia. L’evento, organizzato dall’Associazione Verona Network, si è svolto ieri sera al Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova e ha visto la partecipazione di numerose figure istituzionali, a partire dalla vicepresidente della Regione Veneto Elisa De Berti, dagli onorevoli parlamentari Diego Zardini e Paolo Paternoster, e dal sindaco di casa Claudio Melotti.

Anselmi, inserito tra i relatori del focus dal titolo “Lessinia sostenibile” assieme a Federico Testa, Filippo Manfredi, Riccardo Tessari e Federico Perillo, ha ringraziato gli organizzatori per aver portato avanti ancora una volta questo momento di dialogo e confronto sui temi più urgenti che riguardano la montagna veronese, sottolineando come sia necessario, però, dare continuità allo slancio mediatico istituendo tavoli tecnici e operativi.

Anselmi assieme agli altri relatori del convegno: da sinistra Matteo Scolari, direttore di Verona Network; Federico Perillo, responsabile Area territoriale di Verona di BCC Verona e Vicenza; Riccardo Tessari, vicepresidente della Cooperativa WeForGreen Sharing; Federico Testa, già presidente dell’ENEA e professore di Economia delle Imprese all’università di Verona; Filippo Manfredi, direttore di Fondazione Cariverona.

«Come presidente del GAL mi sento di affermare che il territorio della Lessinia è pronto per portare avanti dei processi di condivisione, sia a livello istituzionale, sia a livello di imprenditoria privata, così nel settore agricolo come in quello extra agricolo. – ha affermato – Noi finanziamo e abbiamo finanziato tante iniziative, tuttavia a volte mi chiedo se stiamo indossando “gli occhiali giusti”, se stiamo applicando regole che vadano bene anche per il prossimo futuro».

Ermanno Anselmi sul palco di Bosco Chiesanuova.

«La programmazione attuale è iniziata nel 2013, da allora ad oggi è cambiato il mondo. – ha incalzato Anselmi – Pensiamo solo a quello che è successo nell’ultimo triennio. Forse stiamo applicando schemi di gioco non più consoni a una partita che nel frattempo è cambiata. Dico questo perché dovremmo fare delle riflessioni proprio in termini di sostenibilità. La prima: i finanziamenti a cui siamo abituati, sia ad erogare che a ricevere, sono sostenibili?».

«Da questo interrogativo parte lo stimolo nostro del GAL, assieme alla Regione Veneto e a tutti gli altri GAL regionali, per affrontare il presente e il prossimo futuro, pensando anche alla nuova programmazione 2023-2027. – ha concluso Ermanno Anselmi – Quali “occhiali” dovremmo indossare? Quali proposte, quali idee? Noi enti di secondo livello dovremmo senz’altro calare sul territorio risorse che permettano, favoriscano, generino il dialogo, la nascita di reti, di connessioni e interconnessioni territoriali. La sfida non sarà più quella di erogare dei soldi a una singola attività, ma permettere ad ogni attività di essere protagonista all’interno del proprio territorio. È una sfida culturale, e noi come GAL Baldo-Lessinia siamo pronti ad affrontarla».

Al termine del convegno, Ermanno Anselmi si è fermato anche per la Cerimonia di consegna del 12° Premio Verona Network. Il presidente del GAL Baldo-Lessinia ha consegnato il Premio Impresa 2022 al Birrificio Lesster, un’azienda con sede a Stallavena che da dieci anni porta avanti con passione la produzione artigianale della birra, valorizzando il territorio della Lessinia.

A ritirare sul palco il Premio, consegnato dal presidente Anselmi, è stato Ivano Ferrari presidente del Birrificio.

Ivano Ferrari riceve il Premio Impresa 2022 dalle mani del presidente del GAL Anselmi.

INTERVENTO 19.1.1 INTERVENTO 19.4.1

“Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020.
Organismo responsabile dell’informazione: Gal Baldo Lessinia.
Autorità di gestione: Regione Veneto – Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste”