Categorie
News

Nasce il progetto “Le vie del Baldo e della Lessinia”

Lo scorso 15 settembre, nella sede dell’ULSS 9 Scaligera a Verona, è stato presentato il progetto “LE VIE DEL BALDO E DELLA LESSINIA: UN MODELLO DI SVILUPPO SOSTENIBILE DELLA MONTAGNA VERONESE”.

Link al servizio televisivo:
https://www.youtube.com/watch?v=xFPMFnH0fVg

Erano presenti il Dott. Pietro Girardi, Direttore Generale ULSS 9 Scaligera, Ermanno Anselmi Presidente GAL Baldo-Lessinia, Elisabetta Brisighella Direttore GAL Baldo-Lessinia e Marco Antonio Cappelletti, sindaco di Selva di Progno. In videoconferenza si sono collegati anche i 30 Sindaci dei comuni beneficiari dei fondi GAL.Il progetto, ideato dal GAL stesso con il coinvolgimento dell’ULSS 9 Scaligera, prevede la diffusione di 30 video-interviste, che verranno pubblicate attraverso i social media.

Come spiega il dott. Girardi, “Tra i compiti della sanità pubblica c’è anche quello di promuovere la salute dei cittadini attraverso iniziative di promozione e di educazione sanitaria. Uno stile di vita sano è la prima forma di prevenzione. Questo progetto ha il duplice merito di far conoscere lo splendido territorio della Lessinia e insieme l’educazione alla salute attraverso l’attività fisica”.

Continua il Presidente Anselmi: ”Questo nuovo progetto comunicativo, in partnership con l’ULSS 9, ci vede protagonisti di un importante messaggio, raccontato dai Sindaci che hanno in prima persona contribuito al suo successo, attraverso i contributi erogati dal GAL Baldo-Lessinia. Il modello di sviluppo sostenibile della nostra montagna veronese è in questo caso anche veicolo di un messaggio diretto a tutti i cittadini per promuovere uno stile di vita sano”.

Il Sindaco di Selva di Progno, Marco Cappelletti interviene a reppresentare il gruppo dei Sindaci: “il GAL ci sta dando un grande impulso per promuovere buoni stili di vita, che con orgoglio rendiamo noto anche grazie al nostro splendido territorio. Ringraziamo i partner e tutti i Sindaci per questa ottima occasione.”

Conclude la direttrice del GAL Elisabetta Brisighella: “Il GAL ha sviluppato questa iniziativa finalizzata a far conoscere i 5 progetti chiave. Questi fanno parte del PSL “IN.S.I.E.M.&” con contributi concessi per circa 2,5 milioni di euro, per un territorio che comprende un’area molto vasta: l’alta montagna veronese, l’area orientale fino alla Val d’Illasi e la Val Tramigna, la Valpolicella, il Monte Baldo, la zona del Bardolino e l’entroterra del Lago di Garda. Attraverso queste azioni si è voluto quindi favorire la qualità e la fruibilità di sentieri ed infrastrutture”.